15. 06. 02
posted by: Super User
Visite: 4096

Studio Legale Italiano & Partners

 Via F. Caracciolo n°10 -  80122 Napoli ( Napoli  )

Tel e Fax : 0817618775

Studio Legale di Milano20122 Milano - Via Freguglia n. 10

Studio Legale di Roma : 00198 Roma - Via di Santa Costanza n. 27

 

 Mail Segreteria : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

P.IVA : 06589880639 

 

15. 06. 02
posted by: Super User
Visite: 5192

Informativa estesa sull’uso dei cookies

Il presente sito web www.studiolegaleitalianoepartners.it (definito nel seguente testo come “il Sito” o “il nostro Sito” o “questo Sito”) è gestito da Mario Italiano(definito nel seguente testo come “titolare del Sito”).

COSA SONO I COOKIES?

I “cookies” (o “cookie”) sono piccoli file di testo che un sito crea nelle directory utilizzate dal browser web dei suoi visitatori.

I cookies raccolgono alcune informazioni sull’uso che il visitatore fa di un dato sito (quante e quali pagine ha visitato, quanto tempo è rimasto sul sito, da quale canale è arrivato sul sito ecc.).

Queste informazioni sono generiche e non possono essere associate a persone identificate o identificabili.

Gli utenti che visitano il sito vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei loro dispositivi (computer, tablet e smartphone) che utilizzano per navigare il sito.

Vi sono vari tipi di cookie: alcuni rendono più efficace l’uso di un sito, altri ne abilitano determinate funzionalità. Analizzandoli in maniera particolareggiata i cookie permettono di:

  • memorizzare le preferenze inserite
  • evitare di reinserire le stesse informazioni più volte durante la visita
  • analizzare l’utilizzo che l’utente fa dei servizi e dei contenuti forniti dal sito, cosicché il proprietario del sito possa ottimizzarne l’esperienza di navigazione e i servizi offerti
  • visualizzare contenuti video
  • visualizzare le mappe di Google Maps
  • gestire i prodotti inseriti nel carrello
  • visualizzare gli estratti dei social network
  • permettere la condivisione dei contenuti del sito nei social network
  • proteggere i dati degli utenti da accesso non autorizzato
  • servire annunci pubblicitari personalizzati agli utenti per rendere più efficace la campagna pubblicitaria

Dove vengono memorizzati i cookies?

Sull’hard disk (o sull’unità di memoria) del dispositivo che stai utilizzando usa per visitare il Sito.

Come visitatore, posso disabilitare uno o più cookies?

Sì, è possibile, attraverso le funzioni disponibili nel tuo browser (vedi sotto).

COME POSSONO ESSERE CLASSIFICATI I COOKIES?

I cookies possono essere classificati a seconda di varie considerazioni.

Classificazione dei cookies a seconda del sito che li genera

  1. Cookies di Prima Parte: sono generati dal sito che stai visitando, e solo tale sito può leggere questi cookies.
  2. Cookies di Terza Parte: sono generati da altri siti, al di fuori di quello che stai visitando. Quando visiti una pagina sul nostro Sito, potresti incontrare contenuti inseriti da siti esterni quali Facebook, Twitter, YouTube, Vimeo, Flickr o altri, e tali siti potrebbero generare dei cookies. Il nostro Sito non ha controllo su di essi. Ti preghiamo di controllare tali siti (vedi elenco sotto) se desideri avere ulteriori informazioni – oltre a quelle che puoi trovare sul nostro Sito – su tali cookies.

Classificazione dei cookies a seconda della loro durata nel tuo dispositivo

  1. Cookies temporanei (o di sessione): non hanno una data di scadenza, e sono cancellati non appena termini la sessione di navigazione o chiudi il browser.
  2. Cookies persistenti: hanno tutti una data di scadenza (indicata qui di seguito per ogni singolo cookie) e restano sul tuo computer anche quando hai terminato la sessione di navigazione o dopo aver chiuso il browser. Possono essere letti dal sito che li ha creati nelle successive visite allo stesso sito.

Classificazione dei cookies a seconda delle loro finalità d’uso

  • Cookies tecnici
  • Cookies di profilazione
  • Cookies di analisi di servizi di terze parti
  • Cookie per integrare prodotti e funzioni di software di terze parti

Vediamoli in dettaglio:

Cookie Tecnici: Questa tipologia di cookie permette il corretto funzionamento di alcune sezioni del Sito. Sono di due categorie, temporanei (o di sessione) e persistenti (vedi sopra). Questi cookie sono necessari a visualizzare correttamente il sito e in relazione ai servizi tecnici offerti, verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che tu non modifichi le impostazioni nel tuo browser (con la possibilità però di non sfruttare al meglio o rendere inutilizzabili alcuni servizi offerti dal sito).

Cookie di analisi di servizi di terze parti: Questi cookie sono utilizzati al fine di raccogliere informazioni sull’uso del sito da parte degli utenti in forma anonima, quali: pagine visitate, tempo di permanenza sul sito, origini del traffico di provenienza, provenienza geografica, età, genere e interessi ai fini di campagne di marketing. Questi cookie sono inviati da domini di terze parti esterni al sito.

Cookie per integrare prodotti e funzioni di software di terze parti: Questa tipologia di cookie integra funzionalità sviluppate da terzi all’interno delle pagine del sito come le icone e le preferenze espresse nei social network al fine di condivisione dei contenuti del sito o per l’uso di servizi software di terze parti (come i software per generare le mappe e ulteriori software che offrono servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del sito.

Cookie di profilazione: Sono quei cookie necessari a creare profili utente al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente all’interno delle pagine del sito.

Questo Sito, secondo la normativa vigente, non è tenuto a chiedere consenso per i cookie tecnici, in quanto necessari al normale funzionamento del Sito. Per quanto riguarda i cookies del servizio di statistiche offerto da Google Analytics (vedi sotto), essi possono essere considerati alla pari dei cookies tecnici, per due ragioni:

  1. raccolgono dati in forma “aggregata”, non riconducibili a singoli utenti identificati o identificabili
  2. l’IP del dispositivo di collegamento dell’utente (computer, smartphone o tablet) viene “anonimizzato” (modificato) diventando irriconoscibile, aumentando ulteriormente il livello di privacy (vedi sotto).

Per tutte le altre tipologie di cookie il consenso può essere espresso dall’Utente con una o più di una delle seguenti modalità:

  • Mediante specifiche configurazioni del browser utilizzato o dei relativi programmi informatici utilizzati per navigare le pagine che compongono il Sito.
  • Mediante modifica delle impostazioni nell’uso dei servizi di terze parti

Entrambe queste soluzioni potrebbero impedire all’utente di utilizzare o visualizzare parti del Sito.

USO DEI COOKIES IN QUESTO SITO

Questo Sito utilizza i cookies per raccogliere alcune informazioni e fornire i servizi sopra e sotto indicati, allo scopo di migliorare la comunicazione e i servizi presenti nel Sito, e renderlo più efficiente per i visitatori.

Lista dei cookies utilizzati in questo sito

COOKIE USATI DAL SITO STUDIO LEGALE ITALIANO E PARTNERS

_ga          

 Persistente – usato per distinguere gli utenti – necessario al servizio di terze parti Google Analytics. Dura 2 anni

Nome: _ga
Contenuto: GA1.2.346091651.1433105642
Dominio: .studiolegaleitalianoepartners.it
Percorso: /
Invia per: Qualsiasi tipo di connessione
Accessibile allo script:
   
Scadenza: giovedì 1 giugno 2017 01:01:20

_gat

Questo cookie viene utilizzato per distinguere tra diversi oggetti di monitoraggio creati nella sessione. Il cookie è stato creato per caricare la libreria javascript e non esiste una versione precedente del cookie _gat. Il cookie viene aggiornato ogni volta che si invia i dati a Google Analitics. 

Nome: _gat
Contenuto: 1
Dominio: .studiolegaleitalianoepartners.it
Percorso: /
Invia per: Qualsiasi tipo di connessione
Accessibile allo script:
   
Scadenza: martedì 2 giugno 2015 01:11:20

_9fdac4fed1cb3c9c973b1894c53bf797

Nome: 9fdac4fed1cb3c9c973b1894c53bf797
Contenuto: l0ubvkc1it9bpk078dtphk2cd5
Dominio: www.studiolegaleitalianoepartners.it
Percorso: /
Invia per: Qualsiasi tipo di connessione
Accessibile allo script: No (solo Http)
   
Scadenza: Quando termina la sessione di navigazione



_ eb046cebb149c9713f2b6c175fb81259

Nome: eb046cebb149c9713f2b6c175fb81259
Contenuto: 9kd1pnqns9t6eetfnfli505367
Dominio: www.studiolegaleitalianoepartners.it
Percorso: /
Invia per: Qualsiasi tipo di connessione
Accessibile allo script: No (solo Http)
   
Scadenza: Quando termina la sessione di navigazione

Informazioni sui cookie di Google Analytics

Questi cookies sono detti “Cookies di Terze Parti”, in quanto per essi è responsabile Google, che fornisce il servizio. Google Analytics è un servizio di Google di statistiche sulle visite nel Sito e rende disponibili i dati al titolare del Sito in forma anonima e “aggregata”, nel senso che non è possibile ricollegare i dati delle statistiche alle singole persone che hanno visitato il Sito. Per ulteriori informazioni sui cookies di Google Analytics vedi i relativi paragrafi in questa pagina.

Nota bene: il cookie _gat può presentarsi sotto un nome composto. Ad esempio, se invece di _gat vedi gat_primoaccount significa che viene usato più di un account per rilevare i dati statistici e in questo caso il nome dell’account viene identificato con il suffisso “_primoaccount” dopo “_gat”.

Più avanti in questa pagina puoi trovare dei link a specifiche pagine su privacy, trattamento dati cookies dei servizi di terza parte Google.

Informazioni sui cookie di Google Maps

Il nostro Sito potrebbe mostrare in una o più pagine le Google Maps. Esse generano cookies, che sono detti “Cookies di Terze Parti”, in quanto per essi è responsabile Google, che fornisce il servizio. Google Maps è un servizio di Google che permette la generazione sul Sito di mappe dinamiche, come ad esempio la tipica mappa nella pagina “Dove siamo”. Anche se noi non abbiamo controllo sui cookies creati da Google, sembra che includano un miscuglio di informazioni per misurare il numero e il comportamento degli utenti sulle Google Maps.

Sui cookies PREF e SID Google dichiara in questa pagina (Privacy e termini) del suo sito alla voce “Pubblicità”:

“La maggior parte degli utenti di Google ha un cookie delle preferenze chiamato “PREF” nei browser. Un browser invia questo cookie con le richieste ai siti di Google. Il cookie PREF potrebbe memorizzare le tue preferenze e altre informazioni, in particolare la tua lingua preferita (ad esempio l’italiano), il numero di risultati di ricerca che desideri visualizzare per ogni pagina (ad esempio 10 o 20) e la tua preferenza di attivazione del filtro SafeSearch di Google.”

E:

“Google utilizza i cookie, come i cookie PREF, NID e SID, per contribuire alla personalizzazione degli annunci nelle proprietà di Google, come la Ricerca Google. Ad esempio, li utilizziamo per memorizzare le tue ricerche più recenti, le tue interazioni precedenti con gli annunci di un inserzionista o i risultati di ricerca e le tue visite al sito web di un inserzionista. In questo modo possiamo mostrarti annunci personalizzati su Google.”

Sui cookies SID e HSID google dichiara sempre in questa pagina (Privacy e termini) del suo sito alla voce “Sicurezza”:

“Utilizziamo i cookie di sicurezza per autenticare gli utenti, prevenire l’uso fraudolento delle credenziali di accesso e proteggere i dati degli utenti da soggetti non autorizzati. Ad esempio, utilizziamo cookie chiamati “SID” e “HSID” contenenti record con firma digitale e crittografati per l’ID dell’account Google di un utente e per la sua data di accesso più recente. La combinazione di questi due cookie ci permette di bloccare molti tipi di attacchi, ad esempio i tentativi di rubare i contenuti dei moduli che completi sulle pagine web.”

Più avanti in questa pagina puoi trovare dei link a specifiche pagine su privacy, trattamento dati cookies dei servizi di terza parte Google.

Informazioni sui cookie di YouTube

Il nostro Sito potrebbe utilizzare in una o più pagine il servizio di terza parte YouTube di Google per hostare uno o più video. Quando visualizzi una pagina del nostro sito con un video inserito (“embedded video”) YouTube crea alcuni cookies di terze parti. Questi cookie sono utilizzati da YouTube per immagazzinare le preferenze degli utenti quando vengono visualizzate pagine che contengono contenuti video, o per altri scopi non specificati. YouTube non rende disponibili i dettagli precisi dei propri cookies e come li utilizza. Questi cookies non ti identificano personalmente a meno che tu non sia loggato in Google, e in tal caso esso è collegato al tuo account Google. Se non vuoi che YouTube raccolga informazioni sulla tua visita, puoi bloccare individualmente o totalmente questi cookies, come indicato nella sezione “Policy dei Cookies di Terze Parti” ai relativi punti.

Più avanti in questa pagina puoi trovare dei link a specifiche pagine su privacy, trattamento dati cookies dei servizi di terza parte Google / YouTube.

COME DISABILITARE I COOKIES MEDIANTE CONFIGURAZIONE DEL BROWSER

I nomi dei pulsanti / link /pagine indicati nelle procedure qui sotto potrebbero differire leggermente. In questo caso fare riferimento all’attuale versione del proprio browser.

Chrome

  • Aprire il nrowser Chrome
  • Fare clic sul menù presente nella barra degli strumenti del browser a fianco della finestra di inserimento URL per la navigazione
  • Selezionare “Impostazioni”
  • Fare clic su “Mostra impostazioni avanzate”
  • Nella sezione “Privacy” cliccare su “Impostazioni contenuti”
  • Nella sezione “Cookie” è possibile modificare le seguenti impostazioni relative ai cookie:
  1. Consentire il salvataggio dei dati in locale
  2. Modificare i dati locali solo fino alla chiusura del browser
  3. Impedire ai siti di impostare i cookie
  4. Bloccare i cookie di terze parti e i dati dei siti
  5. Gestire le eccezioni per alcuni siti internet
  6. Eliminazione di uno o tutti i cookie

Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata sul sito google.com

Mozilla Firefox

  • Aprire il browser Mozilla Firefox
  • Fare clic sul menù presente nella barra degli strumenti del browser a fianco della finestra di inserimento url per la navigazione
  • Selezionare “Opzioni”
  • Seleziona il pannello “Privacy”
  • Fare clic su “Mostra impostazioni avanzate”
  • Nella sezione “Privacy” cliccare su “Impostazioni contenuti”
  • Nella sezione “Tracciamento” è possibile modificare le seguenti impostazioni relative ai cookie:
  1. Richiedi ai siti di non effettuare alcun tracciamento
  2. Comunica ai siti la disponibilità ad essere tracciato
  3. Non comunicare alcuna preferenza relativa al tracciamento dei dati personali
  4. Dalla sezione “Cronologia” è possibile:
  5. Abilitando “Utilizza impostazioni personalizzate” selezionare di accettare i cookie di terze parti (sempre, dai siti più visitato o mai) e di conservarli per un periodo determinato (fino alla loro scadenza, alla chiusura di Firefox o di chiedere ogni volta
  6. Rimuovere i singoli cookie immagazzinati

Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata sul sito mozilla.org

Internet Explorer

  • Aprire il browser Internet Explorer
  • Fare clic sul pulsante “Strumenti” e scegliere “Opzioni Internet”
  • Fare clic sulla scheda “Privacy” e nella sezione “Impostazioni” modificare il dispositivo di scorrimento in funzione dell’azione desiderata per i cookie:
  1. Bloccare tutti i cookie
  2. Consentire tutti i cookie
  3. Selezione dei siti da cui ottenere cookie: spostare il cursore in una posizione intermedia in modo da non bloccare o consentire tutti i cookie, premere quindi su “Siti”, nella casella Indirizzo sito web inserire un sito internet e quindi premere su “Blocca” o “Consenti”

Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata sul sito microsoft.com

Safari

  • aprire il browser Safari
  • Fare click su “Safari”, selezionare “Preferenze” e premere su “Privacy”
  • Nella sezione “Blocca cookie” specificare come Safari deve accettare i cookie dai siti Internet.
  • Per visionare quali siti hanno immagazzinato i cookie cliccare su “Dettagli”

Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata sul sito apple.com

Safari iOS (dispositivi mobile)

  • Aprire il Browser Safari iOS
  • Toccare “Impostazioni” e poi “Safari”
  • Toccare “Blocca cookie” e scegliere tra le varie opzioni: “Mai”, “Di terze parti e inserzionisti” o “Sempre”
  • Per cancellare tutti i cookie immagazzinati da Safari, toccare “Impostazioni”, poi su “Safari” e infine su “Cancella cookie” e dati

Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata sul sito apple.com

Opera

  • Aprire il browser Opera
  • Fare clic su “Preferenze”, poi su “Avanzate” e infine su “Cookie”
  • Selezionare una delle seguenti opzioni:
  1. Accetta tutti i cookie
  2. Accetta i cookie solo dal sito che si visita: i cookie di terze parti e che vengono inviati da un dominio diverso da quello che si sta visitando verranno rifiutati
  3. Non accettare mai i cookie: tutti i cookie non verranno mai salvati

Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata sul sito opera.com

Altri browser più vecchi (pagine in lingua inglese)

Internet Explorer 3.0
Internet Explorer 4.0
Internet Explorer 5.0+
Internet Explorer (IE) 7.0+
Internet Explorer (IE) 8.0+
Firefox 2.0+ / 3.0+ / 4.0+/8.0+
Netscape Navigator 3.0
Netscape 4.0+
Netscape 6.0+

COME DISABILITARE I COOKIES DEI SERVIZI DI TERZE PARTI

Servizi di Google
Google + (per la configurazione visitare questa pagina)
Facebook (per la configurazione accedere al proprio account e andare nella sezione Privacy)
Twitter (per la configurazione visitare questa pagina)
LinkedIn (per la configurazione visitare questa pagina)
Flash (Adobe)

UTILIZZO DEL SOFTWARE ONLINE DI ANALISI “GOOGLE ANALYTICS” E RELATIVI COOKIES

Utilizzo del rilevamento anonimizzato degli indirizzi IP

Il nostro Sito, per raccogliere dati statistici sulla navigazione degli utenti e migliorare la comunicazione e l’offerta dei propri servizi, utilizza il software online di analisi dati “Google Analytics”.

Questo servizio è fornito dall’azienda “Google Inc., 1600 Amphitheatre Parkway, Mountain View, CA 94043, USA” (descritta semplicemente come “Google” nel presente testo). Google Analytics utilizza cookie (sia temporanei che permanenti) di tracciamento (che hanno varie scadenze, come meglio descritto in questa pagina) al fine di riconoscere un utente che in passato ha già visitato le pagine del nostro Sito. I dati rilevati da tale cookie sull’uso delle pagine del nostro Sito sono in genere trasmessi a un server di Google negli Stati Uniti (o in altri Paesi) dove vengono memorizzate.

I dati raccolti dal sistema Google Analytics riguardano, per esempio, informazioni inerenti il tempo di permanenza sul Sito, l’approssimativa provenienza geografica, le pagine di ingresso e uscita, la provenienza del traffico dei visitatori, ecc. Google userà questi dati per valutare l’uso, stilare report sulle attività del nostro Sito e fornirci ulteriori servizi legati all’uso del Sito e di Internet.

I dati raccolti tramite questi cookies verranno utilizzati in forma aggregata. “In forma aggregata” significa che il cookie ed i sistemi di tracciamento non sono mai associati alla persona ma alla navigazione, quindi nessuno potrà associare il tuo nome alle pagine od ai siti web che visiti.

Inoltre, un dato importante quale il tuo indirizzo IP, viene “anonimizzato” per tua ulteriore tranquillità, come spiegato qui di seguito.

Nel nostro Sito Google Analytics è stato dotato del codice “gat._anonymizeIp();“ per garantire un rilevamento anonimizzato degli indirizzi IP(il cosiddetto IP Masking).

Il tuo indirizzo IP (il numero assegnato al tuo computer dal tuo provider di servizi internet) viene abbreviato e dunque anonimizzato – su nostra iniziativa – da Google all’interno degli Stati membri dell’Unione Europea o in altri Stati dell’accordo sullo spazio economico europeo. Per questo motivo i profili d’uso creati da Google Analytics vengono “anonimizzati” e questo rende impossibile risalire all’utente effettivo. Solo in casi particolari viene trasmesso l’intero indirizzo IP ad un server di Google, e lì viene abbreviato.

Il tuo indirizzo IP anonimizzato trasmesso dal tuo browser nell’ambito di Google Analytics non viene unito ad altri dati in possesso di Google. Una trasmissione di questi dati a soggetti terzi tramite Google può avvenire soltanto in seguito a disposizioni di legge o nell’ambito dell’elaborazione di dati per conto terzi. In nessun caso Google raggrupperà i tuoi dati personali con altri dati raccolti da Google.

Google aderisce ai principi in materia di dati personali dell’accordo “US Safe Harbor” ed è registrato a “Safe Harbor”, programma del Ministero del Commercio degli Stati Uniti.

Con l’utilizzo del nostro Sito manifesti il tuo consenso all’elaborazione dei dati rilevati mediante Google Analytics e alle modalità dell’elaborazione dei dati così come alla finalità sopra descritta.

In qualsiasi momento puoi rifiutare e/o bloccare i cookie grazie alle impostazioni del tuo browser, anche se ciò potrebbe comportare l’impossibilità di utilizzare alcune funzioni del Sito (vedi come fare in questa pagina).

Un altro modo che hai per evitare il rilevamento dei dati generati dai cookie riguardo al tuo impiego del nostro Sito (compreso il tuo indirizzo IP) è scaricare e installare il “Componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics”, una estensione per il tuo browser, che puoi trovare a questo link:
http://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=it.

Nella seguenti pagine trovi i principi di riservatezza, sicurezza, salvaguardia e protezione dati e privacy di Google Analytics:
https://www.google.com/analytics/learn/privacy.html?hl=it
https://support.google.com/analytics/answer/6004245?hl=it

Nella seguente pagina trovi i Termini di servizio di Google Analytics:
http://www.google.com/analytics/terms/it.html

Nella seguente pagina trovi i tipi di cookies utilizzati da Google:
http://www.google.com/policies/technologies/types/

Nella seguente pagina trovi le norme sulla Privacy di Google:
http://www.google.com/policies/privacy/

Nella seguente pagina trovi informazioni sull’uso dei cookies di profilazione da parte di Google:
https://developers.google.com/analytics/devguides/collection/analyticsjs/cookie-usage

Nella seguente pagina trovi le Indicazioni sulla Privacy di Youtube
https://www.youtube.com/static?template=privacy_guidelines

Nelle seguenti pagine trovi informazioni sull’uso dei cookies di profilazione del circuito DoubleClick / Google:
https://support.google.com/adsense/answer/2839090
http://www.google.com/settings/ads?hl=it

Nelle seguenti pagine trovi informazioni sui cookies di PayPal e sulla sua privacy policy:
https://www.paypal.com/it/webapps/mpp/ua/cookie-full
https://www.paypal.com/it/webapps/mpp/ua/privacy-full

ALTRE INFORMAZIONI

Cerchi informazioni più particolareggiate sui cookies?

Per ulteriori dettagli sui cookies e su come rifiutarne l’autorizzazione ti invitiamo a visitare i seguenti siti:
www.aboutcookies.org
www.garanteprivacy.it (domande frequenti)
www.youronlinechoices.com

Siti web e servizi di terze parti

Il nostro Sito potrebbe contenere collegamenti ad altri siti web che dispongono di una propria informativa sui cookies che può essere diverse da quella adottata dal nostro Sito. Noi non rispondiamo di ciò, e ti invitiamo a documentarti all’interno di tali siti.

Ulteriori cookies e situazioni impreviste

In un ambiente dinamico quale è il web, può non essere sempre possibile controllare i cookies che sono memorizzati da terze parti attraverso questo Sito web. Ad esempio, in certi casi una data pagina web può contenere elementi incorporati da altri siti: testo, documenti, foto o video, tutto materiale visibile sul nostro Sito ma archiviato su siti di terze parti. Se dovessi trovare un cookie nel nostro sito che non è indicato nella seguente informativa, sei pregato di comunicarcelo. Oppure, come altertativa, sentiti libero di prendere diretto contatto con la terza parte e chiedere tutte le informazioni che vuoi su tale cookie (scopo, durata e come garantiscono la tua privacy). Nel caso in cui tu noti che in una data pagina viene generato un cookie per una determinata funzionalità (ad esempio la visualizzazione di una Google Map o di un video YouTube) che in altre pagine – per la stessa funzionalità – non viene generato, potresti essere incappato in una momentanea defaillance del sito in quella data pagina. Ti preghiamo in questo caso imprevisto di informarci della cosa, e provvederemo subito a controllare e risolvere.

Visibilità della presente pagina nel Sito

Questa pagina è visibile mediante link in calce in tutte le pagine del Sito, ai sensi dell’art. 122 secondo comma del D.lgs. 196/2003, e a seguito delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.126 del 3 giugno 2014 e relativo registro dei provvedimenti n.229 dell’8 maggio 2014.

Modifiche al Sito

Il Titolare del Sito si riserva il diritto di modificare i contenuti del Sito in qualsiasi momento e senza alcun preavviso. L’utente accetta di essere vincolato a tali eventuali e future revisioni e si impegna, pertanto, a visitare periodicamente il Sito per essere informato su eventuali variazioni.

Modifiche alla presente pagina

Il Titolare del Sito si riserva il diritto di modificare i contenuti della presente pagina in qualsiasi momento e senza alcun preavviso. L’utente accetta di essere vincolato a tali eventuali e future revisioni e si impegna, pertanto, a visitare periodicamente il Sito per essere informato su eventuali variazioni.

14. 02. 07
posted by: Super User
Visite: 6147

MATERIE LEGALI

ZES - Zone Economiche Speciali

La legge n. 123-2017, conversione del decreto Mezzogiorno n. 91-2017, ha previsto una serie di agevolazioni per le imprese localizzate o che si insediano nelle Zone Economiche Speciali (ZES), aree geograficamente delimitate, costituite da territori anche non adiacenti, ma che presentino un nesso economico funzionale e che comprendano almeno un’area portuale con le caratteristiche stabilite dal Regolamento UE n. 1315 dell’11 dicembre 2013 collegata alla rete transeuropea dei trasporti.

Il regolamento per l’istituzione delle ZES è stato approvato con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri n. 12 del 25 gennaio 2018, il quale ha stabilito che, ciascuna Zona, deve essere composta da territori quali porti, aree retroportuali, anche di carattere produttivo e aeroportuale, piattaforme logistiche e interporti, e non può comprendere zone residenziali.

La Campania è stata la prima Regione ad approvare il Piano di Sviluppo Strategico della Zona Economica Speciale, allo scopo di attrarre “grandi investimenti industriali e logistici” e puntare “ all’incremento dell’occupazione produttiva in un ambito fortemente innovativo e strategico”.

La ZES, infatti, è uno strumento che consente una più intensa crescita dei porti e delle aree industriali e
logistiche, nonché delle infrastrutture e della mobilità regionale.Le condizioni agevolate riservate alle imprese, già operative o che si insedieranno nella ZES, includono procedure amministrative semplificate, l’accesso alle infrastrutture esistenti e previste nel Piano di sviluppo strategico della ZES e

un credito d’imposta sugli investimenti effettuati entro il 31 dicembre 2020, nel limite massimo, per ciascun progetto, di 50 milioni di euro.

Per ottenere questi benefici, le imprese dovranno mantenere le attività nella ZES per almeno sette anni successivi al completamento dell’investimento oggetto delle agevolazioni.


Lo Studio Legale Italiano & Partners è stato tra i primi in Italia ad approfondire le tematiche di carattere legale collegate alla istituzione delle ZES, con particolare riferimento all’attività di consulenza ed assistenza in favore delle Aziende, italiane e straniere, interessate all’insediamento nelle aree individuate nel Piano di Sviluppo Strategico Regionale.

DIRITTO BANCARIO E FINANZARIO

Gestione del contenzioso bancario, Diritto e Legislazione Bancaria.
Lo Studio presta assistenza stragiudiziale in materia di diritto e legislazione bancaria e grazie al costante aggiornamento ed approfondimento delle novità legislative e giurisprudenziali, fornisce pareri e consulenze sulle specifiche tematiche richieste.
Gestisce, inoltre, con le necessarie competenze in materia, il contenzioso bancario, che cura su tutto il territorio nazionale per conto dei propri clienti.
Assistiamo i clienti nel contenzioso relativo ai contratti  bancari e finanziari, compreso quello avente ad oggetto gli accordi di finanziamento e la violazione della normativa sull’intermediazione finanziaria.
Abbiamo, inoltre, una significativa esperienza nella negoziazione e nella redazione dei contratti di finanziamento, della documentazione relativa alle garanzie e degli altri documenti finanziari.

CONTRATTI COMMERCIALI

Abbiamo una notevole esperienza nella redazione dei contratti commerciali tipici, quali ad esempio affitto d’azienda, appalto, trasporto, mandato, deposito, mutuo, concessione di vendita, somministrazione, agenzia e atipici, quali, a titolo indicativo, subfornitura, franchising, collaborazione commerciale, outsourcing, distribuzione, leasing.
Tale attività viene spesso svolta affiancando il cliente sin dalla fase della trattativa, al fine di individuare la soluzione che, pur restando in sintonia con le esigenze della controparte, sia più idonea alla tutela del cliente e in linea con le sue esigenze.

FINANZA

Lo Studio Italiano & Partners è nella migliore condizione per offrire la propria consulenza ed assistenza nelle seguenti materie. Gestione di interi portafogli di crediti non performing e amministrazione (anche contabile) in outsourcing.
Leasing e Factoring assistenza sia ad Imprese che effettuano cessioni di crediti mediante operazioni di Factoring (pro soluto e/o pro solvendo ), sia ad Imprese che operano nel settore del Leasing (operativo e finanziario), avvalendosi di una conoscenza approfondita delle rispettive specifiche normative che gli attribuisce un particolare skill nel recupero dei relativi crediti.
Lo studio legale ha operato e opera con banche d’affari nazionali ed internazionali nell’ambito delle operazioni di finanzia strutturata, con particolare riferimento al settore pubblico.
L’Avv. Mario Italiano  possiede una specifica expertise in materia di cartolarizzazioni di crediti di enti pubblici e di operazioni di sale and lease back di patrimoni immobiliari pubblici, con particolare riguardo ai profili normativi e giurisprudenziali.

Due Diligence e Securitization.
Valutazione, per conto dei propri clienti, dei portafogli dei crediti finalizzata a cessioni e/o acquisizioni, mediante l'esecuzione di Due Diligence legali per le quali lo Studio si avvale di un pool di professionisti presenti su tutto il territorio nazionale.
Assistenza nelle operazioni di Securitization, mediante attività di consulenza in tutte le fasi della cartolarizzazione e cura dei rapporti tra originator, arranger, società veicolo, cessionarie e/o emittenti.

ASSICURAZIONI

Lo Studio rappresenta un punto di riferimento nell’assistenza legale alle Imprese assicuratrici su tetto il territorio nazionale.

La ns. Law Firm rifugge, in materia, da un’impostazione “generalista”, ovvero dalla trattazione in termini generici ed omnicomprensivi del diritto assicurativo.

La ns. filosofia nel ramo assicurativo è che tale branca del diritto richieda una specializzazione per “aree tematiche” con proprie e particolari competenze ed esperienze richieste al legal advisor.

A tal fine, abbiamo investito nella specializzazione nei nostri Partners e tecnici nelle seguenti branche del diritto assicurativo.

- Specializzazione nel contenzioso “scatole nere”.

S.L.I. & P. è stata la prima realtà italiana a focalizzarsi, nell’ambito dell’infortunistica stradale e non solo, nell’uso giudiziale dei dispositivi di rilevamento cine/dinamico, comunemente noti come “scatole nere”.

Lo Studio, al fine di ottimizzare il dato registrato dalla scatola nera, ha approntato una strategia difensiva innovativa, modellata sul dispositivo, resa possibile grazie alla collaborazione con figure tecniche con competenze informatiche ed ingegneristiche.

Gli sforzi fatti in tale direzione sono stati premiati dal gruppo Assicurativo UnipolSai Ass.ni, il quale ha inserito lo Studio in una speciale “task-force” di law firm deputata al contrasto, in sede giudiziaria, di fenomeni di vessazione o frode in danno delle Assicurazioni mediante la valorizzazione delle registrazioni dei dispositivi di cui all’art. 145bis del Codice delle Assicurazioni (cd. “scatole nere” e strumenti simili).

In materia, lo Studio ha contribuito con proprie pubblicazioni allo sviluppo della dottrina giuridica riguardante il valore probatorio dei dati del dispositivo in questione.

Di importante rilevanza per lo Studio è la recente collaborazione con la Soc. Octo Telematics S.p.a., specializzata in soluzioni telematiche per il mercato assicurativo ed automotive.
In particolare, grazie a tale collaborazione, lo Studio Legale Italiano & Partners ha approfondito la materia delle tematiche giuridiche collegate all’uso dei dati  della scatola nera in ambito giudiziale, risultando tra gli Studi Legali più avanti nel settore.


Tutela penale delle Assicurazioni

Lo Studio difende le Imprese assicuratrici in presenza delle diverse fattispecie di reato perpetuate in loro danno, anche in forma associativa.

A tal uopo, vengono compiute tutte le indagini difensive del caso, all’esito delle quali si richiede l’intervento degli organi inquirenti, i quali già vengono dotati di elementi probatori, il tutto al fine di evitare che truffe o frodi culminino, in sede penale, in precoci archiviazioni o depenalizzazioni.

-         Tutela amministrativa delle Assicurazioni

La nostra Law Firm assiste le Assicurazioni in ogni procedimento amministrativo istruito in loro carico o per loro istanza, con particolare riguardo alla materia della concorrenza e degli illeciti amministrativi connessi alla prestazione dei servizi assicurativi.

Inoltre, difendiamo le Assicurazioni davanti alle Giurisdizioni amministrative nel caso di provvedimenti illegittimamente adottati dalle Autorità di Vigilanza.

-         Diritto assicurativo e responsabilità per sinistri ambientali

Lo Studio, in maniera pioneristica, ha approfondito la propria specializzazione nella difesa delle Compagnie di Assicurazioni per le procedure, stragiudiziali e giudiziali, di natura risarcitoria, derivanti da fenomeni di inquinamento ambientale.

Lo strategia difensiva è funzionale ad evitare che sulle Imprese assicuratrici siano scaricati costi di risanamento e bonifica che spesso non competono alle stesse, laddove, viceversa, incombenti su altri soggetti, pubblici e privati.

-         Responsabilità professionale e colpa medica

S.L.I. & P. assiste le Compagnie assicuratrici nelle procedure intentate nei loro confronti per i casi di responsabilità professionale dei propri assicurati.

Costituisce ulteriore area di specializzazione dello Studio l’assistenza in ogni procedimento, penale e civile, delle Assicurazioni nella qualità di garanti secondo polizza di professionisti medico/sanitari o delle Strutture sanitarie, nel caso in cui queste siano chiamate a rispondere dei danni cagionati dai propri dipendenti.

Con riferimento a tale ultimo caso di diritto assicurativo, lo Studio ha approfondito, viste anche le recenti esigenze delle Imprese assicuratrici in materia, la tematica della responsabilità delle strutture sanitarie per infezioni “endonosocomiali”, approntando un’apposita strategia difensiva che vede una continua ed ininterrotta interlocuzione tra legale e consulente tecnico.

RECUPERO CREDITI

Studio Legale Italiano & Partners, provvede al recupero dei crediti, performing e non performing, nell’interesse di Istituti bancari, Società finanziarie riconosciute dalla legge ai sensi del T.U.B., Assicurazioni, Società specializzate nel gestione e recupero crediti per conto terzi, Associazioni di imprese, nei confronti di persone fisiche e/o giuridiche e Pubbliche Amministrazioni.

Il sistema utilizzato, è in grado di rendere efficiente ed agevole la gestione e il recupero del credito, fornendo un utile feed back per la valutazione a consuntivo delle performance acquisite.

A tal uopo, lo Studio, oltre ad avvalersi della collaborazione di una rete di domicilia tari, capillare su tutto il territorio nazionale, opera attraverso un sistema web-based per la gestione di posizioni multiple.

Si tratta di un sistema dematerializzato che consente di gestire e monitorare un grande numero di posizioni contemporaneamente.

Uno degli skill più importanti è costituito dalla possibilità di generare documenti con degli automatismi che consentono di ridurre al minimo il margine d’errore e soprattutto, di ridurre enormemente i tempi di lavorazione di ciascuna singola posizione.

Il sistema deve essere alimentato con i dati del soggetto che ha necessità di recuperare il credito.

Tale strategia consente di verificare, preliminarmente, le reali condizioni economiche dei soggetti obbligati e le conseguenti potenzialità di rientro, ottimizzando in tal modo l'attività di recupero.
I principali elementi caratteristici del progetto proposto, che permettono di raggiungere gli obiettivi strategici di variabilizzazione dei costi di recupero e riduzione del total cost delle sofferenze, sono i seguenti:

a) sistema di pricing basato principalmente sulla success fee, in quota percentuale sugli importi recuperati,

b) processo di recupero integrato focalizzato sulla fase stragiudiziale e giudiziale;

c)strategia basata sulla valutazione oggettiva del livello di recuperabilità;

d) relazione collaborativa con il debitore, inizialmente impostata con una logica di customer care a tutela del Cliente stesso – focalizzata sul valore del Cliente per la Società e sull’opportunità di reinserirlo in un ciclo virtuoso.

e) per talune particolari tipologie di crediti, approccio multicanale outbound e inbound guidato dalla logica di phone collection e possibilità di interazione su canali asincroni innovativi (social, chat, ecc.) con elevata agilità cross-canale;

f) prime azioni giudiziali finalizzate a chiudere rapidamente con un accordo stragiudiziale;

g) priorità sui tempi di recupero del debito – seppure parziale;

h) follow up delle fasi di pagamento, con “accounting management” finalizzato al completamento del rientro;

i) capacità operativa elevata, in grado di affrontare grandi volumi in tempi brevi.

Studio Legale Italiano & Partners, intende fondare il progetto sulle proprie caratteristiche di Business Process Outsourcer di elevata qualità e capacità, secondo i parametri operativi di seguito evidenziati.

La Struttura organizzativa è finalizzata a garantire comunicazioni uniformi ed univoche, avvio rapido, gestione organica delle attività, rapidità di reazione;
1.     Gruppo di Governo del progetto con Steering Commitee;
2.     Team costituito a tutti i livelli da risorse con esperienza specifica di processo e di settore,
3.     figure di garanzia della qualità delle attività

La strategia di recupero

La strategia di recupero che Studio Legale Italiano & Partners intende impostare, per perseguire l’obiettivo principale di riduzione del total cost delle sofferenze, è fondata su queste linee guida:
-fase stragiudiziale in phone e multichannel collection;
-  livello di profondità dell’azione e obiettivi puntuali di percentuale di recupero per unità definiti  in base alla valutazione oggettiva del livello di recuperabilità;
- programmazione temporale delle attività con focus sulla celerità di chiusura;
- impostazione di una relazione collaborativa con il debitore, in logica di customer care a sua tutela, nel pieno rispetto del valore del Cliente per la Società e dell’opportunità di reinserimento nel ciclo virtuoso;
- attuazione della fase giudiziale anche al fine di una definizione di un accordo stragiudiziale, con una logica interattiva di stretta relazione tra le modalità stragiudiziali e giudiziali;
- priorità sui tempi di recupero del debito – seppure parziale;
- follow up delle fasi di pagamento, con “accounting management” finalizzato al completamento del rientro;
- completamento della fase giudiziale nei soli casi in cui la prospettiva di recupero – in termini di rapporto rischio/beneficio - sia favorevole;
- realizzazione di un impianto operativo ampio ed elastico che garantisca capacità operativa elevata, per avviare grandi volumi in tempi brevi

Di seguito sono esposti in dettaglio i principali elementi caratteristici del processo di recupero.

Canali di relazione con il Cliente debitore

La strategia di relazione con il Cliente debitore adottata dallo Studio nell’attività di recupero è multicanale con estrema agilità di trasferimento da un canale all’altro (cross-canalità) – in linea con le più innovative modalità di Customer Management - in modo da garantire:
- la massimizzazione delle opportunità di contatto
- l’adozione delle modalità di interazione più favorevoli
- lo scambio rapido di documenti e informazioni

Valutazione del livello di recuperabilità

La profondità dell’azione di recupero ed i relativi obiettivi percentuali rispetto al debito sono determinati da elementi oggettivi puntuali, quali:
-  anzianità del debito
-  grado di reperibilità del Cliente;
-  presenza o meno di terzi coobbligati;
-  disponibilità di reddito;
-  disponibilità di beni di proprietà;
-  rapporto tra debito e redditi/valore dei beni;
-  variabili di contesto sociale;
Il processo di recupero adottato dello Studio prevede, perciò, l’analisi di ogni singola posizione rispetto ad una griglia che rispecchi gli elementi di valutazione citati.
Il risultato dell’analisi di posizionamento definisce il grado ottimale di effort nella matrice effort/result e – di conseguenza – l’inserimento della posizione in un cluster di programmazione e di focus, che guidano il modello di attività e il punto limite dell’effort operativo ed economico.

Programmazione temporale
Il fattore celerità dell’azione è determinante per:
-  il successo delle azioni di recupero su posizioni “fresche” di indebitamento (poche rate, importo proporzionalmente ridotto e motivazione al pagamento elevata);
-  la riduzione del costo delle sofferenze.
In funzione – inoltre – della valutazione di recuperabilità della posizione, il processo di recupero darà la priorità sui tempi di chiusura a scapito della percentuale di debito recuperato, piuttosto che viceversa – con limiti e paletti ben definiti di manovra.
Da tale definizione di priorità scaturisce la programmazione temporale delle attività sui diversi Team di collector, con le relative agende di azioni e di obiettivi.

Relazione collaborativa con il Cliente

Il Cliente – seppure debitore – è un asset importante per il creditore e il suo reinserimento, ove possibile, in un ciclo virtuoso permette di rigenerarne il valore e di creare nuove opportunità di sviluppo.
Inoltre, l’esperienza e gli indici di mercato suggeriscono e confermano che la gestione collaborativa e partecipativa dell’azione è uno dei fattori di successo sulle posizioni che presentano una predisposizione personale o sociale alla regolarizzazione.
Secondo questa ottica lo Studio sviluppa la propria strategia di contatto con un approccio finalizzato a definire – appunto – una relazione fortemente collaborativa con il Cliente. Tra i fondamentali dell’approccio collaborativo ci sono questi elementi:
-  impostazione del contatto in termini di “verifica” della posizione a tutela del Cliente;
-  prosecuzione “collaborativa” della relazione in termini di identificazione delle possibilità di regolarizzazione della posizione e delle migliori modalità di pagamento;
-  finalizzazione della trattativa con modalità tipiche della “retention” commerciale;
-  creazione di una condizione di “consapevolezza condivisa” dei potenziali effetti negativi e dei rischi della prosecuzione dell’azione per via giudiziale, in caso di difficoltà di chiusura o di prevedibile resistenza;
-  proposizione dei vantaggi economici e finanziari potenziali derivanti dal reinserimento nel ciclo virtuoso (“riabilitazione”) e dalla relativa rilevanza sociale.

Funzionalità delle azioni di stampo giudiziale

Nel modello dello Studio e nell’ambito di un quadro di recuperabilità della posizione mediamente favorevole, l’adozione di alcune prime azioni di stampo giudiziale, quali ad esempio la lettera di messa in mora o – in casi più critici – il decreto ingiuntivo, ha un valore funzionale di “forzatura” per il raggiungimento dell’accordo stragiudiziale.
Nell’ambito dell’approccio collaborativo si inseriscono infatti – come indicato sopra – le azioni di ricontatto “soft” caratterizzate dalla “consapevolezza condivisa”, che fanno leva sull’effetto dell’atto giudiziale per riprendere da una posizione di maggiore profittabilità l’azione di veicolazione all’accordo stragiudiziale.
Tale approccio funzionale può essere adottato a valle di tutti i successivi step di azione giudiziale, a tutela della massimizzazione del risultato in tempi ridotti.

Payment nursery

Una delle principali criticità nella gestione delle attività di recupero è la predisposizione dei Clienti a sottoscrivere impegni di rientro rateizzati e ritornare – successivamente ai primi pagamenti – a comportamenti insolventi.
Poiché il presidio della relazione e la rapidità di intervento sono determinanti in questi casi – così come in tutti i casi di comportamenti di insolvenza “iniziali” – il nostro modello prevede una logica di mantenimento della relazione (nursery) per tutto il periodo del piano di rientro.

Capacità di gestione di volumi

Lo Studio, è in grado di ampliare il volume di contatti paralleli in funzione delle esigenze di wave richieste da Committente, al fine di parallelizzare al massimo l’attività e sfruttare il fattore celerità.

Fase giudiziale

Gli strumenti cardine dell’azione giudiziale – e le relative azioni interattive dell’approccio stragiudiziale previste dal nostro modello - sono:
-Lettera di messa in mora al debitore – invito al debitore a pagare il suo debito, comprensivo delle spese e degli interessi maturati. Indichiamo le varie modalità tecniche per effettuare il pagamento (bonifico c/c postale ecc.) .

Successivamente alla notifica della racc.ta si dovrà intraprendere un’attività di contatto nei confronti del debitore del tipo “collaborativo” in caso di predisposizione al pagamento e di “consapevolezza condivisa” degli effetti e rischi in caso di mancato pagamento;
-  Decreto ingiuntivo;
-  Precetto;
-  Pignoramento presso terzi;
-  Pignoramento immobiliare.

La struttura organizzativa del recupero proposta dallo Studio è finalizzata a garantire:
-    comunicazione tra il Cliente e lo Studio uniformi e univoche, sia nella fase di start up che nelle fasi a regime e di sviluppo di nuove attività
-    avvio delle attività in tempi ridotti;
-    gestione organica ed ordinata delle attività;
-    gestione tempestiva ed efficace delle criticità;
-    coerenza con gli obiettivi del Cliente.

Al fine di ottimizzare tempi e risorse Lo studio mette a disposizione le seguenti facilities e modalità di gestione remota del progetto:
-     sistema di Videoconferenza con le Unità Operative,
-     sistema di Call Conference,
-     sistema di Reporting Online Web,
-     sistema di Ascolto Remoto delle Chiamate,
-     disponibilità per incontri assidui presso la Sede del Committente.

DIRITTO INTERNAZIONALE

Lo Studio Legale Italiano e Partners è una realtà specializzata nella consulenza e nell'assistenza giuridica ed economica di operatori privati e pubblici nei processi di internazionalizzazione con focus specialistico su mercati emergenti e settori innovativi.
Grazie ad un team di giuristi, economisti e una rete di professionisti con consolidata esperienza in diverse aree di specializzazione, lo studio fornisce servizi su misura per la realizzazione di progetti su mercati internazionali.
Le principali aree di intervento sono:
-  contrattualistica d'impresa
-  procedure prescritte dalla normativa d'impresa
-  tutela della proprietà intellettuale e industriale;
-  contenzioso internazionale e nazionale
-  operazioni societarie straordinarie
-  diritto bancario, assicurativo, finanziario e dei mercati di capitali (equity e debito)
-  diritto commerciale e societario
-  attività di assistenza alle problematiche doganali e di fiscalità connesse
-  aspetti doganali e dual use
-  problematiche connesse all’origine dei prodotti ed alla marcatura made in …
-  analisi e studio del sistema Paese
-  ricerca e individuazione di partners


La struttura dello Studio Legale Italiano e Partners vanta collaborazioni conenti pubblici e associazioni di categoria alla realizzazione di progetti dedicati alla internazionalizzazione delle aziende, alla ricerca, allo sviluppo, all'innovazione e al networking fra aziende, con speciale riguardo ai settori di maggiore innovazione tecnologica.
Per rispondere alla domanda legata all'innovazione, Studio Legale Italiano e Partners hanno istituito un gruppo di professionisti con competenze legali, economiche e tecniche dedicato alla risoluzione di problematiche legate al diritto industriale ed ai processi di trasferimento tecnologico oltre all'analisi tecnica, alla gestione e alla valorizzazione dei brevetti, del know-how e del forecasting tecnologico.


PRESENZA NEL MONDO
Grazie ad alleanze con realtà economiche locali e studi legali, Studio Legale Italiano e Partners è un advisor autorevole nei mercati BRIC e nei paesi come India, Cina, UAE, USA.

TUTELA DI MARCHI E BREVETTI

S.L.I. & P. è abilitato alla fornitura dei servizi di assistenza e consulenza per le aziende tramite il “Voucher 3L”, in attuazione dell’art. 5 del D.M. 18.11.2019, pubblicato nella G.U. n. 283 del 3.12.2019. Lo Studio assiste le Imprese in ogni controversia avente ad oggetto diritti di privativa industriale, provvedendo a tutelare le aziende da ogni atto di concorrenza sleale basato su usi abusivi di marchi e brevetti. Assistiamo, inoltre, le Imprese ed i liberi professionisti nei procedimenti, nazionali ed internazionali, finalizzati alla registrazione dei titoli di privativa industriale.

S.L.I. & P. ha elaborato uno schema di consulenza legale finalizzato ad aumentare la redditività derivante dall’impiego di marchi e brevetti propri attraverso la procedura di “patent box” con l’Erario.

14. 11. 03
posted by: Super User

Studio Legale Italiano & Partners, provvede al recupero dei crediti, performing e non performing, nell’interesse di Istituti bancari, Società finanziarie riconosciute dalla legge ai sensi del T.U.B., Assicurazioni, Società specializzate nel gestione e recupero crediti per conto terzi, Associazioni di imprese, nei confronti di persone fisiche e/o giuridiche e Pubbliche Amministrazioni.

Il sistema utilizzato, è in grado di rendere efficiente ed agevole la gestione e il recupero del credito, fornendo un utile feed back per la valutazione a consuntivo delle performance acquisite.

A tal uopo, lo Studio, oltre ad avvalersi della collaborazione di una rete di domicilia tari, capillare su tutto il territorio nazionale, opera attraverso un sistema web-based per la gestione di posizioni multiple.

Si tratta di un sistema dematerializzato che consente di gestire e monitorare un grande numero di posizioni contemporaneamente.

Uno degli skill più importante è costituito dalla possibilità di generare documenti con degli automatismi che consentono di ridurre al minimo il margine d’errore e soprattutto, di ridurre enormemente i tempi di lavorazione di ciascuna singola posizione.

Il sistema deve essere alimentato con i dati del soggetto che ha necessità di recuperare il credito.

Tale strategia consente di verificare, preliminarmente, le reali condizioni economiche dei soggetti obbligati e le conseguenti potenzialità di rientro, ottimizzando in tal modo l'attività di recupero.

I principali elementi caratteristici del progetto proposto, che permettono di raggiungere gli obiettivi strategici di variabilizzazione dei costi di recupero e riduzione del total cost delle sofferenze, sono i seguenti:

a)sistema di pricing basato principalmente sulla success fee, in quota percentuale sugli importi recuperati,

b)processo di recupero integrato focalizzato sulla fase stragiudiziale e giudiziale;

c)strategia basata sulla valutazione oggettiva del livello di recuperabilità;

d)relazione collaborativa con il debitore, inizialmente impostata con una logica di customer care a tutela del Cliente stesso – focalizzata sul valore del Cliente per la Società e sull’opportunità di reinserirlo in un ciclo virtuoso.

e)Per talune particolari tipologie di crediti, approccio multicanale outbound e inbound guidato dalla logica di phone collection e possibilità di interazione su canali asincroni innovativi (social, chat, ecc.) con elevata agilità cross-canale;

f)prime azioni giudiziali finalizzate a chiudere rapidamente con un accordo stragiudiziale;

g)priorità sui tempi di recupero del debito – seppure parziale;

h)follow up delle fasi di pagamento, con “accounting management” finalizzato al completamento del rientro;

i)capacità operativa elevata, in grado di affrontare grandi volumi in tempi brevi.

Studio Legale Italiano & Partners, intende fondare il progetto sulle proprie caratteristiche di Business Process Outsourcer di elevata qualità e capacità, secondo i parametri operativi di seguito evidenziati.

La Struttura organizzativa è finalizzata a garantire comunicazioni uniformi ed univoche, avvio rapido, gestione organica delle attività, rapidità di reazione;

  1. Gruppo di Governo del progetto con Steering Commitee;
  2. Team costituito a tutti i livelli da risorse con esperienza specifica di processo e di settore,
  3. figure di garanzia della qualità delle attività

- Operations Control Room;

- Quality Assurance Team;

-  2 esperti di formazione specifica.

  1. Impostazione operativa finalizzata a garantire gli obiettivi di coerenza con il modus operandi e le procedure che vengono costantemente condivise con il Cliente;
  2. la qualità del servizio – oggettiva e percepita – omogenea e continuativa nel tempo;
  3. gli obiettivi quantitativi e a la trasparenza operativa e delle informazioni di servizio verso il Cliente.
  4. approccio sistemico di documentazione e pianificazione quantitativa e qualitativa delle attività di Servizio, con schede procedurali operative, schede di programmazione e controllo economico-operative;
  5. gestione verticale per singolo servizio dei processi di Reclutamento, Formazione, Pianificazione dei turni;
  6. Controllo qualità, Knowledge Management, struttura organizzativa del field e procedure di escalation formalizzate
  7. Politica di qualità che integra nella certificazione ISO 9001 gli standard COPC 2000 – OSP, con Coinvolgimento di tutti i livelli della Società nell’impianto di Qualità
  8. Quality Assurance Team dedicato
  9. Metriche di Qualità percepita aggiuntive rispetto ad eventuali SLA di capitolato
  10. Sistemi di Automazione dedicati alla Qualità attiva con, ad esempio: compilazione univoca e controllata dei campi soggetti a probabilità di errore umano (riduzione delle azioni ripetitive e di copia-incolla)
  11. Ascolto sistematico delle chiamate
  12. Quality Performance Review - Misurazione puntuale dei risultati (valori di KPI e KCRPI) delle azioni correttive alle non conformità riscontrate
  13. Politiche di reclutamento, selezione, formazione e gestione del personale finalizzate ad assicurare la qualità e la massima stabilità del servizio erogato con risorse adeguate, formate e motivate,
  14. infrastruttura tecnologica con piattaforma telefonica proprietaria e dedicata, CTI centralizzato, MPLS di collegamento fra tutte le sedi
  15. dotazione tecnologiche (server, workstation e telefoni) di ultima generazione sistemi di automazione delle attività (AFM) proprietari sviluppati con funzionalità specifiche per l’innovazione e l’efficienza dei processi di Customer Management
  16. architettura tecnologica e procedure interne di Business Continuity e di Sicurezza dei Dati
  17. struttura ICT interna e Società di Sviluppo controllata, con profonda esperienza di innovazione ed automazione dei processi di Customer Management

               La strategia di recupero

La strategia di recupero che Studio Legale & Partners intende impostare, per perseguire l’obiettivo principale di riduzione del total cost delle sofferenze, è fondata su queste linee guida:

- fase stragiudiziale in phone e multichannel collection;

- livello di profondità dell’azione e obiettivi puntuali di percentuale di recupero per unità definiti   in base alla valutazione oggettiva del livello di recuperabilità;

- programmazione temporale delle attività con focus sulla celerità di chiusura;

- impostazione di una relazione collaborativa con il debitore, in logica di customer care a sua tutela, nel pieno rispetto del valore del Cliente per la Società e dell’opportunità di reinserimento nel ciclo virtuoso;

- attuazione della fase giudiziale anche al fine di una definizione di un accordo stragiudiziale, con una logica interattiva di stretta relazione tra le modalità stragiudiziali e giudiziali;

- priorità sui tempi di recupero del debito – seppure parziale;

- follow up delle fasi di pagamento, con “accounting management” finalizzato al completamento del rientro;

- completamento della fase giudiziale nei soli casi in cui la prospettiva di recupero – in termini di rapporto rischio/beneficio - sia favorevole;

- realizzazione di un impianto operativo ampio ed elastico che garantisca capacità operativa elevata, per avviare grandi volumi in tempi brevi

Di seguito sono esposti in dettaglio i principali elementi caratteristici del processo di recupero.

Canali di relazione con il Cliente debitore

La strategia di relazione con il Cliente debitore adottata dallo Studio nell’attività di recupero è multicanale con estrema agilità di trasferimento da un canale all’altro (cross-canalità) – in linea con le più innovative modalità di Customer Management - in modo da garantire:

- la massimizzazione delle opportunità di contatto

- l’adozione delle modalità di interazione più favorevoli

- lo scambio rapido di documenti e informazioni

I canali che lo Studio garantirà a supporto del processo di recupero sono:

- telefono, in modalità outbound, per le attività di contatto push (primo contatto, recall, check call, contatti successivi alle prime azioni giudiziali, ecc.)

- telefono, in modalità inbound, per permettere al Cliente di dare impulso spontaneo all’azione di recupero – ovvero di comunicare eventuali criticità;

- posta certificata e raccomandata con strumenti di verifica in tempo reale dell’avvenuta consegna, per l’inoltro di comunicazioni formali

- mail, pec e fax;

- social network, per la relazione asincrona;

- smartphone application, con possibilità di live chat, per le relazioni asincrone o sincrone.

Il canale prevalente – in questo quadro che rispecchia le più diffuse tendenze di comportamento mass-market – sarà certamente il canale telefonico, a cui gli altri canali si affiancheranno secondo le esigenze ed opportunità di processo.

L’architettura tecnologica e le modalità operative dello Studio, permettono di operare in modalità cross-canale, dando l’opportunità al collector ed al Cliente di modificare agilmente il modello di comunicazione, impostando ad esempio l’attività di relazione sul canale telefonico outbound, passando al canale mail o fax per l’invio di documenti, riprendendo il dialogo in maniera sincrona su un canale web chat voip avviato da un link della mail e concludendo la prima fase dell’attività con l’invio a mezzo fax del primo dimostrato pagamento. La relazione può poi essere mantenuta – ad esempio - a mezzo di una app per smartphone nella fase di follow up dei pagamenti successivi.

Valutazione del livello di recuperabilità

La profondità dell’azione di recupero ed i relativi obiettivi percentuali rispetto al debito sono determinati da elementi oggettivi puntuali, quali:

-  anzianità del debito

-  grado di reperibilità del Cliente;

-  presenza o meno di terzi coobbligati;

-  disponibilità di reddito;

-  disponibilità di beni di proprietà;

-  rapporto tra debito e redditi/valore dei beni;

-  variabili di contesto sociale;

Il processo di recupero adottato dello Studio prevede, perciò, l’analisi di ogni singola posizione rispetto ad una griglia che rispecchi gli elementi di valutazione citati.

Il risultato dell’analisi di posizionamento definisce il grado ottimale di effort nella matrice effort/result e – di conseguenza – l’inserimento della posizione in un cluster di programmazione e di focus, che guidano il modello di attività e il punto limite dell’effort operativo ed economico.

Programmazione temporale

Il fattore celerità dell’azione è determinante per:

-  il successo delle azioni di recupero su posizioni “fresche” di indebitamento (poche rate, importo proporzionalmente ridotto e motivazione al pagamento elevata);

-  la riduzione del costo delle sofferenze.

A questo fine, lo Studio propone un progetto di collection che permette di affrontare il backlog affidato con elevato livello di parallelismo, garantendo una progressione di contatto e di trattativa molto ampia ed elevata.

In funzione – inoltre – della valutazione di recuperabilità della posizione, il processo di recupero darà la priorità sui tempi di chiusura a scapito della percentuale di debito recuperato, piuttosto che viceversa – con limiti e paletti ben definiti di manovra.

Da tale definizione di priorità scaturisce la programmazione temporale delle attività sui diversi Team di collector, con le relative agende di azioni e di obiettivi.

Relazione collaborativa con il Cliente

Il Cliente – seppure debitore – è un asset importante per il creditore e il suo reinserimento, ove possibile, in un ciclo virtuoso permette di rigenerarne il valore e di creare nuove opportunità di sviluppo.

Inoltre, l’esperienza e gli indici di mercato suggeriscono e confermano che la gestione collaborativa e partecipativa dell’azione di collection è uno dei fattori di successo sulle posizioni che presentano una predisposizione personale o sociale alla regolarizzazione.

Secondo questa ottica lo Studio sviluppa la propria strategia di contatto con un approccio tipico del Customer Care, finalizzato a definire – appunto – una relazione fortemente collaborativa con il Cliente. Tra i fondamentali dell’approccio collaborativo ci sono questi elementi:

-  impostazione del contatto in termini di “verifica” della posizione a tutela del Cliente;

-  prosecuzione “collaborativa” della relazione in termini di identificazione delle possibilità di regolarizzazione della posizione e delle migliori modalità di pagamento;

-  finalizzazione della trattativa con modalità tipiche della “retention” commerciale;

-  creazione di una condizione di “consapevolezza condivisa” dei potenziali effetti negativi e dei rischi della prosecuzione dell’azione per via giudiziale, in caso di difficoltà di chiusura o di prevedibile resistenza;

-  proposizione dei vantaggi economici e finanziari potenziali derivanti dal reinserimento nel ciclo virtuoso (“riabilitazione”) e dalla relativa rilevanza sociale.

Funzionalità delle azioni di stampo giudiziale

Nel modello dello Studio e nell’ambito di un quadro di recuperabilità della posizione mediamente favorevole, l’adozione di alcune prime azioni di stampo giudiziale, quali ad esempio la lettera di messa in mora o – in casi più critici – il decreto ingiuntivo, ha un valore funzionale di “forzatura” per il raggiungimento dell’accordo stragiudiziale.

Nell’ambito dell’approccio collaborativo si inseriscono infatti – come indicato sopra – le azioni di ricontatto “soft” caratterizzate dalla “consapevolezza condivisa”, che fanno leva sull’effetto dell’atto giudiziale per riprendere da una posizione di maggiore profittabilità l’azione di veicolazione all’accordo stragiudiziale.

Tale approccio funzionale può essere adottato a valle di tutti i successivi step di azione giudiziale, a tutela della massimizzazione del risultato in tempi ridotti.

Payment nursery

Una delle principali criticità nella gestione delle attività di recupero è la predisposizione dei Clienti a sottoscrivere impegni di rientro rateizzati e ritornare – successivamente ai primi pagamenti – a comportamenti insolventi.

Poiché il presidio della relazione e la rapidità di intervento sono determinanti in questi casi – così come in tutti i casi di comportamenti di insolvenza “iniziali” – il nostro modello prevede una logica di mantenimento della relazione (nursery) per tutto il periodo del piano di rientro.

Secondo tale logica, il Cliente viene affiancato, sollecitato ed assistito in corrispondenza di ogni scadenza di pagamento, con verifica collaborativa delle condizioni e dell’effettiva esecuzione.

Questa fase può essere gestita nelle modalità e con i canali che il Cliente trova più “confortevoli”, compresa un’applicazione per smartphone che ricorda periodicamente le scadenze e permette di avviare una conversazione chat o voce voip.

Capacità di gestione di volumi

Lo Studio, è in grado di ampliare il volume di contatti paralleli in funzione delle esigenze di wave richieste da Committente, al fine di parallelizzare al massimo l’attività e sfruttare il fattore celerità.

Fase giudiziale

Gli strumenti cardine dell’azione giudiziale – e le relative azioni iterattive dell’approccio stragiudiziale previste dal nostro modello - sono:

- Lettera di messa in mora al debitore – invito al debitore a pagare il suo debito, comprensivo delle spese e degli interessi maturati. Indichiamo le varie modalità tecniche per effettuare il pagamento (bonifico c/c postale ecc.) .

Successivamente alla notifica della racc.ta si dovrà intraprendere un’attività di contatto nei confronti del debitore del tipo “collaborativo” in caso di predisposizione al pagamento e di “consapevolezza condivisa” degli effetti e rischi in caso di mancato pagamento

-  Decreto ingiuntivo – esaminata la documentazione e valutata l’opportunità di procedere alla fase giudiziale, verrà redatto il ricorso per decreto ingiuntivo. Una volta ottenuto il provvedimento dal Tribunale, esso verrà notificato al debitore.

- Richiesta esecutività decreto ed eventuale opposizione al ricorso - qualora il decreto non fosse concesso con la clausola di provvisoria esecuzione,trascorsi 40 gg. dalla notifica, laddove il debitore non proponga opposizione, viene richiesto al Tribunale la concessione della formula esecutiva.

- Opposizione al decreto ingiuntivo – è possibile che nel termine previsto 40gg. dalla notifica del decreto ingiuntivo, il debitore si opponga al ricorso. In questo caso si instaura, innanzi allo stesso Tribunale che ha concesso il decreto ingiuntivo, un procedimento a cognizione ordinaria. E’ possibile, però, chiedere in prima udienza la concessione della provvisoria esecuzione del ricorso.

- Precetto- trascorsi 40 gg dalla notifica del decreto ingiuntivo, salvo mancata opposizione, ( nel caso di concessione immediata della clausola della provvisoria esecuzione il precetto verrà notificato contestualmente al decreto), si procede alla redazione dell’atto di precetto, contente l’intimazione di pagamento al debitore nel termine di dieci giorni.

- Pignoramento presso terzi- La fase si struttura fondamentalmente in questi punti:

Notifica al debitore e al terzo del pignoramento con udienza a comparire, per la dichiarazione di quantità.

Assegnazione delle somme pignorate.

Invito al pagamento del terzo.

- Pignoramento immobiliare- La fase si struttura fondamentalmente nei seguenti punti salienti:

Notifica pignoramento al debitore

Trascrizione del pignoramento e deposito della documentazione occorrente per l’incardinamento della procedura (relazione ipocatastale competenza del notaio- avviso ai creditori ecc.).

Convocazione del giudice per la comparizione delle parti e nomina CTU (valutazione dell’immobile).

Vendita.

La struttura organizzativa del recupero proposta dallo Studio è finalizzata a garantire:

-    comunicazione tra il Cliente e lo Studio uniformi e univoche, sia nella fase di start up che nelle fasi a regime e di sviluppo di nuove attività

-    avvio delle attività in tempi ridotti;

-    gestione organica ed ordinata delle attività;

-    gestione tempestiva ed efficace delle criticità;

-    coerenza con gli obiettivi del Cliente.

Al fine di ottimizzare tempi e risorse Lo studio mette a disposizione le seguenti facilities e modalità di gestione remota del progetto:

-     sistema di Videoconferenza con le Unità Operative,

-     sistema di Call Conference,

-     sistema di Reporting Online Web,

-     sistema di Ascolto Remoto delle Chiamate,

-     disponibilità per incontri assidui presso la Sede del Committente.

14. 01. 30
posted by: Super User
Visite: 1165

<iframe width="425" height="350" frameborder="0" scrolling="no" marginheight="0" marginwidth="0" src="https://maps.google.it/maps?q=via+caracciolo+10+napoli&amp;ie=UTF8&amp;hq=&amp;hnear=Via+Francesco+Caracciolo,+10,+80142+Napoli,+Campania&amp;gl=it&amp;ll=40.828398,14.221424&amp;spn=0.00561,0.013078&amp;t=m&amp;z=14&amp;output=embed"></iframe><br /><small><a href="https://maps.google.it/maps?q=via+caracciolo+10+napoli&amp;ie=UTF8&amp;hq=&amp;hnear=Via+Francesco+Caracciolo,+10,+80142+Napoli,+Campania&amp;gl=it&amp;ll=40.828398,14.221424&amp;spn=0.00561,0.013078&amp;t=m&amp;z=14&amp;source=embed" style="color:#0000FF;text-align:left">Visualizzazione ingrandita della mappa</a></small>