CONSULENZA LEGALE

 

ASSISTENZA LEGALE

 

SIAMO ESPERTI LEGALI

 

MATERIE LEGALI

ZES - Zone Economiche Speciali

La legge n. 123-2017, conversione del decreto Mezzogiorno n. 91-2017, ha previsto una serie di agevolazioni per le imprese localizzate o che si insediano nelle Zone Economiche Speciali (ZES), aree geograficamente delimitate, costituite da territori anche non adiacenti, ma che presentino un nesso economico funzionale e che comprendano almeno un’area portuale con le caratteristiche stabilite dal Regolamento UE n. 1315 dell’11 dicembre 2013 collegata alla rete transeuropea dei trasporti.

Il regolamento per l’istituzione delle ZES è stato approvato con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri n. 12 del 25 gennaio 2018, il quale ha stabilito che, ciascuna Zona, deve essere composta da territori quali porti, aree retroportuali, anche di carattere produttivo e aeroportuale, piattaforme logistiche e interporti, e non può comprendere zone residenziali.

La Campania è stata la prima Regione ad approvare il Piano di Sviluppo Strategico della Zona Economica Speciale, allo scopo di attrarre “grandi investimenti industriali e logistici” e puntare “ all’incremento dell’occupazione produttiva in un ambito fortemente innovativo e strategico”.

La ZES, infatti, è uno strumento che consente una più intensa crescita dei porti e delle aree industriali e
logistiche, nonché delle infrastrutture e della mobilità regionale.Le condizioni agevolate riservate alle imprese, già operative o che si insedieranno nella ZES, includono procedure amministrative semplificate, l’accesso alle infrastrutture esistenti e previste nel Piano di sviluppo strategico della ZES e

un credito d’imposta sugli investimenti effettuati entro il 31 dicembre 2020, nel limite massimo, per ciascun progetto, di 50 milioni di euro.

Per ottenere questi benefici, le imprese dovranno mantenere le attività nella ZES per almeno sette anni successivi al completamento dell’investimento oggetto delle agevolazioni.


Lo Studio Legale Italiano & Partners è stato tra i primi in Italia ad approfondire le tematiche di carattere legale collegate alla istituzione delle ZES, con particolare riferimento all’attività di consulenza ed assistenza in favore delle Aziende, italiane e straniere, interessate all’insediamento nelle aree individuate nel Piano di Sviluppo Strategico Regionale.

DIRITTO BANCARIO E FINANZARIO

Gestione del contenzioso bancario, Diritto e Legislazione Bancaria.
Lo Studio presta assistenza stragiudiziale in materia di diritto e legislazione bancaria e grazie al costante aggiornamento ed approfondimento delle novità legislative e giurisprudenziali, fornisce pareri e consulenze sulle specifiche tematiche richieste.
Gestisce, inoltre, con le necessarie competenze in materia, il contenzioso bancario, che cura su tutto il territorio nazionale per conto dei propri clienti.
Assistiamo i clienti nel contenzioso relativo ai contratti  bancari e finanziari, compreso quello avente ad oggetto gli accordi di finanziamento e la violazione della normativa sull’intermediazione finanziaria.
Abbiamo, inoltre, una significativa esperienza nella negoziazione e nella redazione dei contratti di finanziamento, della documentazione relativa alle garanzie e degli altri documenti finanziari.

CONTRATTI COMMERCIALI

Abbiamo una notevole esperienza nella redazione dei contratti commerciali tipici, quali ad esempio affitto d’azienda, appalto, trasporto, mandato, deposito, mutuo, concessione di vendita, somministrazione, agenzia e atipici, quali, a titolo indicativo, subfornitura, franchising, collaborazione commerciale, outsourcing, distribuzione, leasing.
Tale attività viene spesso svolta affiancando il cliente sin dalla fase della trattativa, al fine di individuare la soluzione che, pur restando in sintonia con le esigenze della controparte, sia più idonea alla tutela del cliente e in linea con le sue esigenze.

FINANZA

Lo Studio Italiano & Partners è nella migliore condizione per offrire la propria consulenza ed assistenza nelle seguenti materie. Gestione di interi portafogli di crediti non performing e amministrazione (anche contabile) in outsourcing.
Leasing e Factoring assistenza sia ad Imprese che effettuano cessioni di crediti mediante operazioni di Factoring (pro soluto e/o pro solvendo ), sia ad Imprese che operano nel settore del Leasing (operativo e finanziario), avvalendosi di una conoscenza approfondita delle rispettive specifiche normative che gli attribuisce un particolare skill nel recupero dei relativi crediti.
Lo studio legale ha operato e opera con banche d’affari nazionali ed internazionali nell’ambito delle operazioni di finanzia strutturata, con particolare riferimento al settore pubblico.
L’Avv. Mario Italiano  possiede una specifica expertise in materia di cartolarizzazioni di crediti di enti pubblici e di operazioni di sale and lease back di patrimoni immobiliari pubblici, con particolare riguardo ai profili normativi e giurisprudenziali.

Due Diligence e Securitization.
Valutazione, per conto dei propri clienti, dei portafogli dei crediti finalizzata a cessioni e/o acquisizioni, mediante l'esecuzione di Due Diligence legali per le quali lo Studio si avvale di un pool di professionisti presenti su tutto il territorio nazionale.
Assistenza nelle operazioni di Securitization, mediante attività di consulenza in tutte le fasi della cartolarizzazione e cura dei rapporti tra originator, arranger, società veicolo, cessionarie e/o emittenti.

ASSICURAZIONI

Numerose Compagnie di Assicurazione affidano la gestione del contenzioso allo Studio legale Italiano che, oltre ad assisterle in giudizio, fornisce loro consulenze individuali per ogni singolo caso prospettato e cura le esigenze informative specifiche del settore, attraverso iniziative di aggiornamento e pubblicazioni specialistiche adeguate a soddisfare le peculiari esigenze di ciascun Cliente.

Nell'espletamento di tale tipo di attività, lo studio legale offre particolare esperienza e competenza in materia di RC auto, danni diversi,  responsabilità professionale (relativamente a figure professionali di diverso genere quali medici, avvocati, notai, commercialisti, appaltatori e imprenditori, in genere nell'esecuzione di lavori pubblici e privati), oltre che di responsabilità degli Enti pubblici.

Di importante rilevanza per lo studio è il recente Accordo di collaborazione con la soc. Octo Telematics S.p.a. specializzata in soluzioni telematiche per il mercato assicurativo ed automotive.
In particolare, l’Octo Telematics ha sviluppato, su tutto il territorio nazionale, una collaborazione con lo Studio Legale Italiano e Partners, che ha approfondito lo studio delle tematiche giuridiche collegate all’uso dei dati  della scatola nera in ambito giudiziale, risultando tra gli Studi legali più all’avanguardia in materia.

Con essa, ha condiviso,  un lungo e profiquo percorso formativo, che ha portato alla  creazione di un evoluto protocollo per la gestione, sia stragiudiziale che giudiziale, del contenzioso, provvedendosi alla elaborazione e formazione di precise linee guida per la gestione dei sinistri.

Tutto ciò, al fine di  consentire  una migliore e più efficiente gestione dei sinistri anche in collaborazione con gli altri consulenti fiduciari,  quali accertatori, CTU medici e tecnici, con indubbi vantaggi per le Assicurazioni nella gestione del contenzioso.

RECUPERO CREDITI

Studio Legale Italiano & Partners, provvede al recupero dei crediti, performing e non performing, nell’interesse di Istituti bancari, Società finanziarie riconosciute dalla legge ai sensi del T.U.B., Assicurazioni, Società specializzate nel gestione e recupero crediti per conto terzi, Associazioni di imprese, nei confronti di persone fisiche e/o giuridiche e Pubbliche Amministrazioni.

Il sistema utilizzato, è in grado di rendere efficiente ed agevole la gestione e il recupero del credito, fornendo un utile feed back per la valutazione a consuntivo delle performance acquisite.

A tal uopo, lo Studio, oltre ad avvalersi della collaborazione di una rete di domicilia tari, capillare su tutto il territorio nazionale, opera attraverso un sistema web-based per la gestione di posizioni multiple.

Si tratta di un sistema dematerializzato che consente di gestire e monitorare un grande numero di posizioni contemporaneamente.

Uno degli skill più importanti è costituito dalla possibilità di generare documenti con degli automatismi che consentono di ridurre al minimo il margine d’errore e soprattutto, di ridurre enormemente i tempi di lavorazione di ciascuna singola posizione.

Il sistema deve essere alimentato con i dati del soggetto che ha necessità di recuperare il credito.

Tale strategia consente di verificare, preliminarmente, le reali condizioni economiche dei soggetti obbligati e le conseguenti potenzialità di rientro, ottimizzando in tal modo l'attività di recupero.
I principali elementi caratteristici del progetto proposto, che permettono di raggiungere gli obiettivi strategici di variabilizzazione dei costi di recupero e riduzione del total cost delle sofferenze, sono i seguenti:

a) sistema di pricing basato principalmente sulla success fee, in quota percentuale sugli importi recuperati,

b) processo di recupero integrato focalizzato sulla fase stragiudiziale e giudiziale;

c)strategia basata sulla valutazione oggettiva del livello di recuperabilità;

d) relazione collaborativa con il debitore, inizialmente impostata con una logica di customer care a tutela del Cliente stesso – focalizzata sul valore del Cliente per la Società e sull’opportunità di reinserirlo in un ciclo virtuoso.

e) per talune particolari tipologie di crediti, approccio multicanale outbound e inbound guidato dalla logica di phone collection e possibilità di interazione su canali asincroni innovativi (social, chat, ecc.) con elevata agilità cross-canale;

f) prime azioni giudiziali finalizzate a chiudere rapidamente con un accordo stragiudiziale;

g) priorità sui tempi di recupero del debito – seppure parziale;

h) follow up delle fasi di pagamento, con “accounting management” finalizzato al completamento del rientro;

i) capacità operativa elevata, in grado di affrontare grandi volumi in tempi brevi.

Studio Legale Italiano & Partners, intende fondare il progetto sulle proprie caratteristiche di Business Process Outsourcer di elevata qualità e capacità, secondo i parametri operativi di seguito evidenziati.

La Struttura organizzativa è finalizzata a garantire comunicazioni uniformi ed univoche, avvio rapido, gestione organica delle attività, rapidità di reazione;
1.     Gruppo di Governo del progetto con Steering Commitee;
2.     Team costituito a tutti i livelli da risorse con esperienza specifica di processo e di settore,
3.     figure di garanzia della qualità delle attività

La strategia di recupero

La strategia di recupero che Studio Legale Italiano & Partners intende impostare, per perseguire l’obiettivo principale di riduzione del total cost delle sofferenze, è fondata su queste linee guida:
-fase stragiudiziale in phone e multichannel collection;
-  livello di profondità dell’azione e obiettivi puntuali di percentuale di recupero per unità definiti  in base alla valutazione oggettiva del livello di recuperabilità;
- programmazione temporale delle attività con focus sulla celerità di chiusura;
- impostazione di una relazione collaborativa con il debitore, in logica di customer care a sua tutela, nel pieno rispetto del valore del Cliente per la Società e dell’opportunità di reinserimento nel ciclo virtuoso;
- attuazione della fase giudiziale anche al fine di una definizione di un accordo stragiudiziale, con una logica interattiva di stretta relazione tra le modalità stragiudiziali e giudiziali;
- priorità sui tempi di recupero del debito – seppure parziale;
- follow up delle fasi di pagamento, con “accounting management” finalizzato al completamento del rientro;
- completamento della fase giudiziale nei soli casi in cui la prospettiva di recupero – in termini di rapporto rischio/beneficio - sia favorevole;
- realizzazione di un impianto operativo ampio ed elastico che garantisca capacità operativa elevata, per avviare grandi volumi in tempi brevi

Di seguito sono esposti in dettaglio i principali elementi caratteristici del processo di recupero.

Canali di relazione con il Cliente debitore

La strategia di relazione con il Cliente debitore adottata dallo Studio nell’attività di recupero è multicanale con estrema agilità di trasferimento da un canale all’altro (cross-canalità) – in linea con le più innovative modalità di Customer Management - in modo da garantire:
- la massimizzazione delle opportunità di contatto
- l’adozione delle modalità di interazione più favorevoli
- lo scambio rapido di documenti e informazioni

Valutazione del livello di recuperabilità

La profondità dell’azione di recupero ed i relativi obiettivi percentuali rispetto al debito sono determinati da elementi oggettivi puntuali, quali:
-  anzianità del debito
-  grado di reperibilità del Cliente;
-  presenza o meno di terzi coobbligati;
-  disponibilità di reddito;
-  disponibilità di beni di proprietà;
-  rapporto tra debito e redditi/valore dei beni;
-  variabili di contesto sociale;
Il processo di recupero adottato dello Studio prevede, perciò, l’analisi di ogni singola posizione rispetto ad una griglia che rispecchi gli elementi di valutazione citati.
Il risultato dell’analisi di posizionamento definisce il grado ottimale di effort nella matrice effort/result e – di conseguenza – l’inserimento della posizione in un cluster di programmazione e di focus, che guidano il modello di attività e il punto limite dell’effort operativo ed economico.

Programmazione temporale
Il fattore celerità dell’azione è determinante per:
-  il successo delle azioni di recupero su posizioni “fresche” di indebitamento (poche rate, importo proporzionalmente ridotto e motivazione al pagamento elevata);
-  la riduzione del costo delle sofferenze.
In funzione – inoltre – della valutazione di recuperabilità della posizione, il processo di recupero darà la priorità sui tempi di chiusura a scapito della percentuale di debito recuperato, piuttosto che viceversa – con limiti e paletti ben definiti di manovra.
Da tale definizione di priorità scaturisce la programmazione temporale delle attività sui diversi Team di collector, con le relative agende di azioni e di obiettivi.

Relazione collaborativa con il Cliente

Il Cliente – seppure debitore – è un asset importante per il creditore e il suo reinserimento, ove possibile, in un ciclo virtuoso permette di rigenerarne il valore e di creare nuove opportunità di sviluppo.
Inoltre, l’esperienza e gli indici di mercato suggeriscono e confermano che la gestione collaborativa e partecipativa dell’azione è uno dei fattori di successo sulle posizioni che presentano una predisposizione personale o sociale alla regolarizzazione.
Secondo questa ottica lo Studio sviluppa la propria strategia di contatto con un approccio finalizzato a definire – appunto – una relazione fortemente collaborativa con il Cliente. Tra i fondamentali dell’approccio collaborativo ci sono questi elementi:
-  impostazione del contatto in termini di “verifica” della posizione a tutela del Cliente;
-  prosecuzione “collaborativa” della relazione in termini di identificazione delle possibilità di regolarizzazione della posizione e delle migliori modalità di pagamento;
-  finalizzazione della trattativa con modalità tipiche della “retention” commerciale;
-  creazione di una condizione di “consapevolezza condivisa” dei potenziali effetti negativi e dei rischi della prosecuzione dell’azione per via giudiziale, in caso di difficoltà di chiusura o di prevedibile resistenza;
-  proposizione dei vantaggi economici e finanziari potenziali derivanti dal reinserimento nel ciclo virtuoso (“riabilitazione”) e dalla relativa rilevanza sociale.

Funzionalità delle azioni di stampo giudiziale

Nel modello dello Studio e nell’ambito di un quadro di recuperabilità della posizione mediamente favorevole, l’adozione di alcune prime azioni di stampo giudiziale, quali ad esempio la lettera di messa in mora o – in casi più critici – il decreto ingiuntivo, ha un valore funzionale di “forzatura” per il raggiungimento dell’accordo stragiudiziale.
Nell’ambito dell’approccio collaborativo si inseriscono infatti – come indicato sopra – le azioni di ricontatto “soft” caratterizzate dalla “consapevolezza condivisa”, che fanno leva sull’effetto dell’atto giudiziale per riprendere da una posizione di maggiore profittabilità l’azione di veicolazione all’accordo stragiudiziale.
Tale approccio funzionale può essere adottato a valle di tutti i successivi step di azione giudiziale, a tutela della massimizzazione del risultato in tempi ridotti.

Payment nursery

Una delle principali criticità nella gestione delle attività di recupero è la predisposizione dei Clienti a sottoscrivere impegni di rientro rateizzati e ritornare – successivamente ai primi pagamenti – a comportamenti insolventi.
Poiché il presidio della relazione e la rapidità di intervento sono determinanti in questi casi – così come in tutti i casi di comportamenti di insolvenza “iniziali” – il nostro modello prevede una logica di mantenimento della relazione (nursery) per tutto il periodo del piano di rientro.

Capacità di gestione di volumi

Lo Studio, è in grado di ampliare il volume di contatti paralleli in funzione delle esigenze di wave richieste da Committente, al fine di parallelizzare al massimo l’attività e sfruttare il fattore celerità.

Fase giudiziale

Gli strumenti cardine dell’azione giudiziale – e le relative azioni interattive dell’approccio stragiudiziale previste dal nostro modello - sono:
-Lettera di messa in mora al debitore – invito al debitore a pagare il suo debito, comprensivo delle spese e degli interessi maturati. Indichiamo le varie modalità tecniche per effettuare il pagamento (bonifico c/c postale ecc.) .

Successivamente alla notifica della racc.ta si dovrà intraprendere un’attività di contatto nei confronti del debitore del tipo “collaborativo” in caso di predisposizione al pagamento e di “consapevolezza condivisa” degli effetti e rischi in caso di mancato pagamento;
-  Decreto ingiuntivo;
-  Precetto;
-  Pignoramento presso terzi;
-  Pignoramento immobiliare.

La struttura organizzativa del recupero proposta dallo Studio è finalizzata a garantire:
-    comunicazione tra il Cliente e lo Studio uniformi e univoche, sia nella fase di start up che nelle fasi a regime e di sviluppo di nuove attività
-    avvio delle attività in tempi ridotti;
-    gestione organica ed ordinata delle attività;
-    gestione tempestiva ed efficace delle criticità;
-    coerenza con gli obiettivi del Cliente.

Al fine di ottimizzare tempi e risorse Lo studio mette a disposizione le seguenti facilities e modalità di gestione remota del progetto:
-     sistema di Videoconferenza con le Unità Operative,
-     sistema di Call Conference,
-     sistema di Reporting Online Web,
-     sistema di Ascolto Remoto delle Chiamate,
-     disponibilità per incontri assidui presso la Sede del Committente.

DIRITTO INTERNAZIONALE

Lo Studio Legale Italiano e Partners è una realtà specializzata nella consulenza e nell'assistenza giuridica ed economica di operatori privati e pubblici nei processi di internazionalizzazione con focus specialistico su mercati emergenti e settori innovativi.
Grazie ad un team di giuristi, economisti e una rete di professionisti con consolidata esperienza in diverse aree di specializzazione, lo studio fornisce servizi su misura per la realizzazione di progetti su mercati internazionali.
Le principali aree di intervento sono:
-  contrattualistica d'impresa
-  procedure prescritte dalla normativa d'impresa
-  tutela della proprietà intellettuale e industriale;
-  contenzioso internazionale e nazionale
-  operazioni societarie straordinarie
-  diritto bancario, assicurativo, finanziario e dei mercati di capitali (equity e debito)
-  diritto commerciale e societario
-  attività di assistenza alle problematiche doganali e di fiscalità connesse
-  aspetti doganali e dual use
-  problematiche connesse all’origine dei prodotti ed alla marcatura made in …
-  analisi e studio del sistema Paese
-  ricerca e individuazione di partners


La struttura dello Studio Legale Italiano e Partners vanta collaborazioni conenti pubblici e associazioni di categoria alla realizzazione di progetti dedicati alla internazionalizzazione delle aziende, alla ricerca, allo sviluppo, all'innovazione e al networking fra aziende, con speciale riguardo ai settori di maggiore innovazione tecnologica.
Per rispondere alla domanda legata all'innovazione, Studio Legale Italiano e Partners hanno istituito un gruppo di professionisti con competenze legali, economiche e tecniche dedicato alla risoluzione di problematiche legate al diritto industriale ed ai processi di trasferimento tecnologico oltre all'analisi tecnica, alla gestione e alla valorizzazione dei brevetti, del know-how e del forecasting tecnologico.


PRESENZA NEL MONDO
Grazie ad alleanze con realtà economiche locali e studi legali, Studio Legale Italiano e Partners è un advisor autorevole nei mercati BRIC e nei paesi come India, Cina, UAE, USA.